23 Maggio, 2024

c o m u n i c a t o     s t a m p a

 

Federmobilità: “Dialogo tra enti locali e operatori del trasporto turistico nelle città”

 

Al via un maggiore coordinamento delle regole programmatorie e dei pedaggi
 

 

Roma, 23 giugno 2010 – Regole più omogenee e condivise a livello nazionale per il trasporto turistico nelle città, ovvero per l’accesso e la sosta dei pullman granturismo nelle aree urbane. E’ questa la proposta di Federmobilità, l’associazione dei maggiori assessorati ai Trasporti che oggi a Roma ha organizzato un convegno con il patrocinio del ministero del Turismo, in collaborazione con Caipet,  il comitato delle associazioni di imprese private esercenti il trasporto di persone su strada (Anav, Confartigianato, Federlavoro e servizi-Confcooperative, Fita-Cna e Ancst-Legacoop).

“Non è facile  trovare il giusto mixer di azioni – ha dichiarato Giovanni De Nicola, vicepresidente di Federmobilità e assessore ai Trasporti della Provincia di Milano – per ridurre, da una parte, la congestione stradale e per favorire, dall’altra, un’offerta turistica competitiva. La forte  valenza sociale di questi obiettivi deve però trovare un punto di equilibrio in un quadro di regole programmatorie chiare e definite in cui anche il trasporto turistico deve essere considerato una componente essenziale della filiera. Il convegno ha voluto quindi di aprire una linea di dialogo fra le città e gli operatori del trasporto turistico, stimolando un costruttivo confronto sui temi di maggiore conflittualità del momento: sosta e pedaggio".

Secondo Nicola Biscotti, coordinatore Caipet, i pedaggi attualmente richiesti da molte amministrazioni comunali sono “una tassa che penalizza un solo settore  a discapito della concorrenza modale. I ticket sono nati sulla scia dell’ambientalismo, ma oggi alcune città tassano anche i bus elettrici. Inoltre, la tassa viene pagata senza avere nulla in cambio: nei parcheggi spesso non ci sono servizi, nè i Comuni offrono collegamenti alternativi con il centro delle città”.

 

Vai alla barra degli strumenti