18 Giugno, 2024
Rimini: Metromare, al via la sperimentazione del trasporto di bici non pieghevoli

Ieri, lunedì 11 settembre, ha preso il via la fase sperimentale di trasporto delle bici non pieghevoli a bordo del Metromare, annunciata da PMR, Provincia di Rimini e Start Romagna. La fase sperimentale durerà circa quattro settimane, poi sarà compiuta una valutazione su eventuali correzioni da apportare al regolamento e si renderà definitiva l’opportunità. In questa fase è prevista la presenza di ‘facilitatori’ che, oltre a dare indicazioni ai passeggeri, verificheranno anche le procedure adottate. Il servizio sarà offerto tutti i giorni dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 19.00.

L’opportunità si aggiunge a quella offerta dal novembre scorso dal trasporto gratuito di biciclette pieghevoli e monopattini pieghevoli che rientrino nella dimensione 110x80x40 cm. La presenza di bici e monopattini a bordo implica un atteggiamento di ulteriore responsabilità da parte dei passeggeri che utilizzano il servizio. La pulizia del mezzo, l’ancoraggio efficace e la sua stabilità, il controllo diretto, l’ascolto delle indicazioni del personale, saranno atteggiamenti fondamentali per garantire una fruizione rispettosa di tutti i passeggeri a bordo.

 

LE AVVERTENZE FONDAMENTALI

La possibilità riguarderà i mezzi elettrificati Van Hool. Potranno essere ospitate al massimo due biciclette non pieghevoli. Non sono ammesse quelle elettriche.

La bicicletta, al fine di evitarne la caduta, dovrà essere sorvegliata costantemente dall’utente che a sua cura e responsabilità dovrà ancorarla con sistemi propri nell’area identificata dalla segnaletica, fissando la bici ai mancorrenti e ad altri appigli presenti. Il mezzo non dovrà costituire intralcio ai movimenti di entrata e uscita degli altri viaggiatori e del personale in servizio, seguendo scrupolosamente la segnaletica.

Per la bicicletta non pieghevole è richiesto il pagamento di un titolo di viaggio aggiuntivo a quello utilizzato dal passeggero, valido per il percorso da compiere: urbano 1 zona, intero percorso 2 zone, utilizzando rivendite, emettitrici ed App.

In caso di emergenza o comunque in caso di necessità di evacuazione della vettura, la bicicletta deve essere lasciata a bordo e non deve intralciare il regolare deflusso degli altri viaggiatori.

I bambini sotto i 12 anni possono salire sulle vetture con la bicicletta al seguito solo se accompagnati da un adulto.

In caso di eccessivo affollamento delle vetture, i passeggeri con bicicletta al seguito possono essere invitati dal conducente ad attendere la vettura successiva a quella in transito.

In fermata e men che mai sulle vetture, non è consentito montare in sella: la bicicletta deve essere spinta a mano, seguendo, ove presenti, gli appositi percorsi contrassegnati ed usando ogni cautela per evitare intralci.

Nel caso il servizio venga svolto con vetture sostitutive non attrezzate per il trasporto biciclette prima di salire a bordo il possessore deve verificare con il conducente la fattibilità di utilizzo del servizio.

Vai alla barra degli strumenti