22 Maggio, 2024

 

 

Trasporto merci,
il ruolo dell’infomobilità
Strategie e obiettivi per decongestionare le infrastrutture

COMUNICATO STAMPA

Federmobilità propone partnership pubblico-private come possibilità di finanziamento per la diffusione della tecnologia nei trasporti

Giachino: <<L’infomobilità diventi strumento fondamentale per i trasporti”>>

Roma, 7 luglio 2009 – Federmobilità, l’associazione che raggruppa i maggiori assessorati ai Trasporti di Regioni, Province e Comuni, sostiene lo sviluppo e la diffusione dei sistemi telematici e tecnologici nei trasporti, con particolare riferiemento allo spostamento delle merci, come una delle possibili soluzioni al decongestionamento del sistema infrastrutturale italiano.
Federmobilità, con la tavola rotonda che si è svolta oggi a Roma (Scuderie Ruspoli), ha voluto aprire il dialogo alle istituzioni, alle aziende e alle associazione che operano a tutti i livelli nel settore della mobilità in Italia.
L’obiettivo è quello di avviare l’up grade tecnologico degli strumenti attualmente in uso e sostenere la ricerca per lo sviluppo di soluzioni sempre più specializzate e specifiche.
<<Occorre lavorare anche sulle fonti di finanziamento – afferma Annita Serio, direttore di Federmobilità – A questo proposito, uno strumento valido potrebbe essere il ricorso a forme di partnariato pubblico-privato. Lo strumento del project financing, finora usato quasi esclusivamente per la realizzazione delle infrastrutture, apporterebbe flussi di liquidità alle pubbliche amministrazioni per la diffusione delle tecnologie>>.
<<E’ all’esame del Parlamento il Ddl sulla sicurezza stradale che introduce la scatola nera per i trasporti su strada – ha detto il Sottosegretario ai Trasporti, Bartolomeo Giachino – A breve avvieremo l’aggiornamento del Piano dei Trasporti e della Logistica dove l’infomobilità deve essere uno strumento fondamentale per lo sviluppo del settore>>.
<<Traffico sempre più congestionato? La risposta è quella di mettere in campo  “alternative di scelta” – afferma Roberto Moro, coordinatore del gruppo della Telematica nei trasporti nell’ambito di Assoautomazione – ma ciò richiede un accesso più dinamico all’informazione e servizi telematici sempre più diffusi nelle reti di trasporto.Tutte le categorie sono interessate dallo sviluppo di queste soluzioni:il trasporto pubblico,quello privato ed il trasporto delle merci>>.
 

Vai alla barra degli strumenti