3 Marzo, 2024

La Commissione europea il 17 giugno scorso ha dato il via libera all’Italia sugli aiuti al trasporto combinato di merci.

La Commissione europea ha deciso di non sollevare obiezioni a un aiuto per l’avviamento del nuovo servizio di trasporto ferroviario tra il porto di Napoli e l’interporto di Nola, uno dei principali porti industriali d’Italia.

La misura notificata dalle autorità italiane si propone di trasferire il traffico dalla strada alla ferrovia creando un servizio di trasporto ferroviario tra il porto di Napoli e l’interporto di Nola. L’aiuto di avviamento è pari a 1 322 000 euro e coprirà un periodo di tre anni.

Antonio Tajani, vicepresidente della Commissione europea e responsabile per i trasporti, ha commentato: "Il trasferimento del trasporto di merci verso mezzi meno inquinanti è una buona notizia per la città di Napoli. All’inizio il servizio consentirà un trasferimento modesto, circa il 6% del traffico attuale, ma sono certo che la decisione odierna contribuirà a potenziare questo trasferimento a beneficio di Napoli e dell’intera regione."

La misura proposta rientra tra le iniziative volte a promuovere l’utilizzo del trasporto per ferrovia per aumentare l’efficienza e la sicurezza del trasporto merci in tutta l’area. Allo stesso tempo, limiterà l’impatto ambientale di questo genere di traffico riducendo la congestione stradale e l’inquinamento.

La Commissione ritiene che l’aiuto sia compatibile con il corretto funzionamento del mercato comune.

Vai alla barra degli strumenti